Risposta alle domande più comuni

Quali sono gli errori più comuni che determinano lo scarto da SdI?
Ultimo aggiornamento 7 mesi fa

SdI effettua alcuni controlli sulla coerenza dei dati identificativi del cliente italiano in fattura (cioè il soggetto cessionario/committente).

Quando si utilizza CessionarioCommittente/.../IdFiscaleIVA (indicando IdPaese=IT e IdCodice=P.IVA), non è sempre obbligatorio indicare anche il CodiceFiscale.


Errore 00305
1.4.1.1.2 non valido : #valore#
Verificare che il campo IdFiscaleIVA/IdCodice del "CessionarioCommittente" sia valido

L'errore indica che il valore indicato come Partita IVA non risulta essere una P.IVA valida; occorre verificare se sia un codice inesistente/errato o se invece corrisponda al Codice Fiscale (numerico) di un Ente.

In questo caso suggeriamo di verificare il codice identificativo (#valore#) sul sito dell'Agenzia delle Entrate Italiana:


Errore 00311
1.1.4 non valido : Codice Destinatario B2B #valore# non trovato
Verificare il CodiceDestinatario: potrebbe non essere corretto o non rientrare tra quelli previsti come codici di default

L'errore indica che il valore applicato in CodiceDestinatario non è stato riconosciuto e non è utilizzabile.
Occorre contattare il cliente e verificare la correttezza del valore di CodiceDestinatario.

Un soggetto-IT che attiva un canale telematico SdI ottiene un proprio valore "CodiceDestinatario". Non tutti dispongono di un canale dedicato e in tal caso è possibile utilizzare CodiceDestinatario=0000000 (codice di default) per ottenere recapito sulla PEC (se indicata) o nel cassetto fiscale (portale italiano "fatture e corrispettivi").

NOTA: i valori CodiceDestinatario assegnati da SdI per l'ambiente "reale" sono differenti da quelli per l'ambiente SdI-TEST, con cui si intefraccia TribWeb-TEST/HUB-SM-TEST.
I valori CodiceDestinatario dell'ambiente "reale" NON sono utilizzabili in ambiente di TEST (e viceversa).


Errore 00313
L'elemento 1.1.4 può essere valorizzato con "XXXXXXX" per comunicare i dati di fatture emesse esclusivamente verso soggetti non residenti
[n.d.r. in Italia]
1.4.1.1 deve essere valorizzato e 1.4.1.1.1 deve essere diverso da "IT"
Il valore XXXXXXX del campo CodiceDestinatario identifica le fatture transfrontaliere e non è compatibile con un CessionarioCommittente italiano

L'errore indica che nella fattura verso un cessionario-IT è stato utilizzato il CodiceDestinatario=XXXXXXX , il quale è riservato ai soli casi in cui il Cedente (fornitore) sia un soggetto-IT e il Cessionario (cliente) sia invece un soggetto "non-IT".

Tale codice (sette volte X) è utilizzabile quindi solo da P.IVA Italiana che emette generica "fattura verso estero". In tal caso la fattura-IT rimane all'interno del SdI e non viene mai realmente recapitata a nessuno, nemmeno ad HUB-SM quando il cliente è identificato come Operatore Economico sammarinese.

Per una fattura-elettronica da SM verso IT non è possibile indicare CodiceDestinatario=XXXXXXX, poiché occorre utilizzare il codice-canale-SdI relativo al soggetto cessionario, oppure occorre
indicare CodiceDestinatario=0000000
per ottenere recapito sulla PEC (se indicata) o nel cassetto fiscale (portale italiano "fatture e corrispettivi").


Errore 00324
1.4.1.1 e 1.4.1.2 non coerenti :
#valore1# - #valore2#
La partita IVA (IdFiscaleIVA/IdCodice) e il CodiceFiscale del CessionarioCommittente devono riferirsi allo stesso soggetto

L'errore indica la mancata corrispondenza tra la P.IVA e il CodiceFiscale del CessionarioCommittente ed è motivo sufficiente per determinare lo scarto della fattura.
In sintesi, SdI verifica che il soggetto identificato dal CodiceFiscale risulti essere "titolare/controllante" della P.IVA.

Spesso l'errore viene segnalato quando in CodiceFiscale è stato ripetuto il medesimo valore della P.IVA (indicato in IdCodice). Infatti per le P.IVA facenti capo a persona fisica, il CodiceFiscale dovrebbe riferirsi a tale persona fisica.


Errore 00326
1.4.1.2 non presente a fronte di 1.4.1.1 di gruppo IVA
Avendo indicato come partita IVA del CessionarioCommittente quella di un gruppo IVA, occorre indicare il CodiceFiscale di un partecipante al gruppo

L'errore indica che la P.IVA appartiene ad un gruppo-IVA e in questo caso è obbligatorio indicare nell'elemento "CodiceFiscale" il valore identificativo di un soggetto-IT appartenente al gruppo.


Errore 00399
CodiceFiscale del CessionarioCommittente presente nell'anagrafica IPA di riferimento in presenza di 1.1.3 valorizzato a FPR12 : Per il CF:
#valore#

L'errore indica che il soggetto identificato da CodiceFiscale è risultato un "soggetto registrato come P.A. Italiana", perciò la fattura-elettronica avrebbe dovuto essere compilata nel formato "FPA12" (e NON "FPR12" verso privati).

Si veda: Come compilo una fattura-elettronica per un cliente "P.A. Italiana"?


Attendi, per favore!

Per favore attendere... ci vorrà un secondo!