Risposta alle domande più comuni

Come si integrano i dati sammarinesi in una Nota di Variazione (a Credito o a Debito)?
Ultimo aggiornamento 2 mesi fa

Variazione standard

Nella nota di variazione occorre indicare i valori di TipoMerce e Aliquota su ciscuna riga di dettaglio.

Nel caso di Nota di Credito occorre riportare in integrazione delle righe di dettaglio i medesimi TipoMerce e Aliquota utilizzati nell'integrazione/presentazione della fattura di partenza, in modo da applicare la variazione ai corrispondenti valori di imponibile e imposta.

NOTA BENE: se la fattura di partenza era stata dichiarata "completamente Esente" (TipoMerce=9 e Aliquota=0.00 per tutti i contenuti), allora anche la Nota di Credito deve essere dichiarata allo stesso modo (cioè "Esente", apponendo TipoMerce=9 e Aliquota=0.00 per tutti i contenuti).

Nel caso di Nota di Debito è possibile indicare valori di TipoMerce e Aliquota sia già utilizzati nell'integrazione/presentazione della fattura di partenza, sia in aggiunta rispetto a prima (es. cessione precedentemente omessa per errore di compilazione).

Se tutte le righe della Nota sono state contrassegnate con TipoMerce=9 e Aliquota=0.00 allora la Nota è considerata "Esente" e NON è necessario annotazione alcun riferimento a precedente fattura.
Quando invece la Nota prevede una movimentazione di imposta, occorre indicare anche il riferimento alla Fattura da variare, che non può essere verso:

  • il documento medesimo (la Nota da integrare/presentare);
  • qualsiasi altra Nota di Variazione;
  • un documento di Acconto (che non ingenera mai imposta sulle importazioni);
  • [solo per Nota di Credito] un documento presentato come "Esente" (non si può diminuire un'imposta inizialmente nulla).

Utilizzando TribWeb è possibile osservare la situazione dell'iter della fattura nella funzione "TribFE > [Imp] Monitor Fatture Import", immettendo i parametri di ricerca per individuarla.

Al completamento dell'iter, la variazione dell'imposta risulterà applicata anche nel VTOT.


Variazione su precedente Acconto

Gli Acconti non sono soggetti all'imposta sulle importazioni (monofase) che si applica all'avvenuto transito delle merci attraverso il confine di stato, contestualmente alla fattura di saldo. Di conseguenza le fatture-elettroniche di Acconto devono essere integrate con il TipoMerce=9 (esente) e Aliquota=0.00

Le note di variazione facenti capo a precedenti Acconti devono quindi a loro volta essere integrate con il TipoMerce=9 (esente) e Aliquota=0.00 
Ciò permetterà di non annotare alcun riferimento a fattura/e precedente/i.


Variazione per motivi contrattuali

I contratti tra fornitore e cliente possono prevedere "Premi" o "Adjustment Fee" che si concretizzano con l'emissione di note di credito o di debito riferibili ad un arco temporale e non specificamente ad una o più fatture precedenti.

In questi casi in sede di integrazione_SM è necessario annotare il flag "Variazioni contratuali"; ciò permetterà di non annotare alcun riferimento a fattura/e precedente/i.

Le note di credito o di debito per "variazioni contrattuali" saranno considerate in sede di Dichiarazione Annuale.


Variazione da applicare a due o più fatture di partenza

Valgono le indicazioni del caso "Variazione standard" e si aggiungono le seguenti:

  • occorre indicare il riferimento a tutte le fatture di partenza da variare;
  • è opportuno aggiungere una nota testuale all'integrazione delle righe di dettaglio (in TribWeb comando "Nota"), in modo da indicare per ciascuna di esse la data e il numero della fattura di partenza di riferimento.

In seguito alla presentazione, i funzionari dell'Ufficio Tributario prenderanno in carico la Nota di Variazione per applicare le variazioni di imponibile e imposta alle fatture precedenti.


Fase finale "In attesa di elaborazione U.T."

Le note di variazione che contengono più di un solo riferimento a fattura da variare e quelle che sono integrate/presentate in un giorno successivo rispetto alla fattura di partenza devono essere lavorate dai funzionari dell'Ufficio Tributario per applicare le variazioni di imponibile e imposta alle fatture precedenti.

Attendi, per favore!

Per favore attendere... ci vorrà un secondo!